Patrick Mittiga sulle orme di Frank Sinatra

Data uscita: 
Lunedì, 10 Maggio, 2010
Testata: 
La Gazzetta Matin

AOSTA - Non c'è scelta: o si è davvero bravi o si è temerari. A confrontarsi con Frank Sinatra, a imbastire un intero spettacolo sulla ripresa delle sue canzoni, marchiate irreversibilmente da quella voce che è (prego il lettore di notare il presente) un irripetibile connubio di timbro metallico e pastosa sensualità, c'è davvero di che spezzarsi le classiche corna. L'eclettico Patrick Mittiga, aostano trentunenne, ha accettato il rischio, lui che sui brani evergreen punta da una vita, a cominciare dall' album "Memories" realizzato in omaggio, oltre che all'onnipresente Sinatra, a Dean Martin, Domenico Modugno, George Gershwin e Cole Porter. Un lavoro dall'ampia risonanza anche fuori dai nostri lidi, dal momento che è stato presentato al pubblico italiano in un lungo tour nel corso della prima metà del 2008; in quel momento, peraltro, Mittiga già vantava almeno due performance di alto livello (che si aggiungevano alle numerose ìncursìo- ni nelle emittenti più seguite in Valle, su tutte Radio Number One e Top Italia Radio): la partecipazione al varietà "Poker d'assi" di Saint Vìncent nel 2007 e alla manifestazione "Fashon & Design", organizzata due anni prima nel Teatro Romano del capoluogo.
Le sue esecuzioni Mittiga usa definirle vecchio stile, cioè elegantemente confezionate in allettanti cofanetti avvolti in arrangiamenti la cui minuzia filologica depone ogni volta per la serietà dell'esperimento, forte di una raffinatezza che non scade mai - per sua e nostra fortuna - nell'insulsa edulcorazione patinata. Al punto anzi da tradursi in una gradevole, sobria introduzione al jazz. Ecco dunque che ci viene restituita l'atmosfera in cui si produsse The Voice , con quel sound dell'America anni Cinquanta/Sessanta che, nel segnare il punto più alto della trionfale carriera del nostro, ebbe ancora la forza, alla fine di quel ventenni o gigantesco, di sprigionarsi in due canzoni che sono insieme il culmine e la summa del prodigio, cioè "Strangers in the night" e soprattutto "My way.
Ascolteremo Mittiga, nella duplice versione di presentatore e interprete, nella multicolore parata di cover il prossimo giovedì 13 maggio al Teatro Giacosa -biglietti a 12 euro, 8,50 i ridotti, accompagnato da un complesso di quindici elementi (la National Bulgarian Radio Big Band) e da un corpo di ballo di sei unità, capitanato da Milen Petrov.
Radio Proposta in Blu trasmetterà il concerto in diretta dalle 21. L'evento sarà preceduto da interviste e approfondimenti.